Di figure di merda non si muore

La meraviglia funziona!
Sono qui a dimostrarlo, portando testimonianza diretta di quel che è successo domenica scorsa e di cui sono molto gorgogliona 🙂
Per chi si fosse perso le puntate precedenti, domenica, io e Lalla, abbiamo tenuto il nostro primo workshop di hand lettering presso i Giardini Galbiati a Milano, all’interno del loro mercatino.
Continua a leggere “Di figure di merda non si muore”

Un bel respiro profondo

Salve gente meravigliosa!

Vorrete scusarmi se ancora una volta parto dalle mie avventure pianistiche per parlarvi di qualcosa.
Chi mi conosce sa che sono un po’ timida e che quindi quando mi trovo al centro dell’attenzione vado in agitazione totale. Non solo divento del colore della lava vulcanica, ma mi copro di chiazze rosse tanto che la gente crede che stia avendo una reazione allergica. Le gioie! Questo comporta che quando mi trovo a lezione di piano e devo riproporre davanti alla maestra gli esercizi su cui mi sono esercitata a casa, le mie mani diventano degli artigli incontrollabili. E meno male che la mia maestra è un vero pezzo di pane! Per fortuna dopo un po’ il grosso dell’agitazione scompare e io ritorno in grado di suonare senza sembrare totalmente spastica (o una che si è grattata tutta settimana senza mai toccare un tasto), ma, inutile dirlo, parte di quella tensione rimane lo stesso incastrata tra le dita. Continua a leggere “Un bel respiro profondo”

Una missione: mantenersi in forma senza fare niente

Salve gente meravigliosa!

Dopo tanta filosofia e tante belle parole abbiamo pensato che fosse arrivato il momento di scadere un po’ nel pratico. Di parlare, insomma, di sudore e fatica. Siete già emozionate? Ebbene ne avete ragione! Continua a leggere “Una missione: mantenersi in forma senza fare niente”

Amore dopo Amore: ripartiamo da qui.

Ciao gente meravigliosa!  🙂

Mi sa che, a parte rare eccezioni, questa settimana si torna proprio tutte in riga. Con la testa bassa a sgobbare duro.
Bentornate!  Continua a leggere “Amore dopo Amore: ripartiamo da qui.”